Pastificio Primi piatti Ricette

Calamarata “accomodata”

Lo “stoccafisso”, oltre a essere un piatto tradizionale genovese, per moltissimi anni è stato un caposaldo del menù della mia gastronomia, diciamo che siamo diventati grandi insieme. Solitamente si accompagna (accomoda) con le patate o con i bacilli (fagioli) oggi invece ho deciso di abbinarlo alla calamarata “l’oro di Gragnano” del pastificiosorrentino …una garanzia di successo.💣💣

 

Ingredienti per 2 persone:

 

  • 150 gr pasta calamarata
  • 200 gr di stoccafisso ammollato
  • 1 carota piccola
  • 1 cipolla
  • 1 gamba di sedano
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • una manciata di olive taggiasche
  • 1 acciuga salata
  • capperi dissalati
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • aglio
  • prezzemolo
  • sale
  • concentrato di pomodoro
  • olio E.V.O.

 

 

Cominciamo con mettere sul fuoco una pentola d’acqua dove andremo a sbollentare lo stoccafisso per 5 minuti, questo ci aiuterà a pulirlo dalla pelle e dalle spine senza troppa fatica; l’importante quando si fa questa operazione, è non raffreddarlo troppo quando si toglie dalla pentola.

Teniamo da parte un po’ di acqua di cottura del pesce che ci servirà più tardi.

In un tegame poniamo il trito di sapori (sedano, carota, cipolla), l’acciuga, i capperi, i pinoli, le olive, l’olio e iniziamo a soffriggere il tutto delicatamente. Passato qualche minuto stufiamo con il vino bianco e aggiungiamo il concentrato di pomodoro. Dopo altri 10 minuti possiamo mettere lo stoccafisso aiutandoci con l’acqua di cottura che avevamo da parte.

Regoliamo di sale senza eccedere considerando che il pesce ha già la sua sapidità.

A cottura quasi ultimata aggiungiamo un trito di aglio e prezzemolo.

 

Ora siamo pronti per tuffarci la nostra calamarata e servire con un filo d’ olio a crudo.

Buon appetito😎😎😎!!!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow Me!